Adriano Zuppel

Una cantina sociale

Dall’intervento al Merano Wine Forum 2015:

“Quando guardiamo al futuro del vino non servono pessimismi o catastrofismi; la tecnologia, la scienza e la ricerca vengono in aiuto. Il vino è territorio. È terra, clima, relazioni, tutti elementi interconnessi. Se uno di questi elementi entra in crisi allora si rompe il meccanismo territoriale produttivo. Se l’elemento più debole è il clima, lo spostamento in altura dei vigneti appare inevitabile, oppure è necessario intensificare i trattamenti chimici o degli interventi tecnologici in pianura o a fondo valle. Entra dunque in crisi il modello di “podere” inteso come unità territoriale di produzione. A quel punto l’azienda vinicola si trasforma e la distanza dei vigneti imporrà scelte nuove di tipo logistico, gestionale ed edilizie e riguarderanno il trasporto delle uve, il trasporto del mosto e lo smembramento della produzione con la conseguente nascita di satelliti di pigiatura. Si delinea dunque un nuovo modello di gestione più aderente alle cantine sociali che all’azienda familiare con conferitori sul territorio e un centro unico di lavorazione ad elevata tecnologia con grandi numeri e abbattimento dei costi. Per le aziende con produzioni limitate sarà necessario sviluppare “a valle” un sistema di rete più complesso per rimanere sul mercato e contenere i maggiori costi di gestione, di trasporti interni e di frammentazione delle coltivazioni.”

Il Futuro del Vino


* architetto, fondatore e responsabile artistico e architettonico di Farecantine Architettura del Vino

Adriano Zuppel
facebooklinkedintwitteryoutubaContatti

Copyright © 2019 Farecantine - Brand of Alberto Padovan  // Via dei Lantieri, 15 - 34170 Gorizia // C.F. PDV LRT 58M16 E098M - Privacy Policy